/ conserve & marmellate / Cipolle di Tropea in agrodolce

Cipolle di Tropea in agrodolce

cipolle di tropea in agrodolce

Le cipolle di Tropea in agrodolce sono una conserva deliziosa, provare per credere! Non è una novità la mia passione per le cipolle, soprattutto per quelle di Tropea, questo tipo di cipolla è caratteristica per il suo colore rosso-violaceo e il sapore molto dolce, poi la conservazione agrodolce ne esalta il gusto. Spesso compravo al supermercato le cipolline già pronte nei vasetti in agrodolce, ma qualche anno fa una mia amica calabrese mi ha insegnato a prepararle in casa. Ho scoperto che sono facili e veloci da fare, ma soprattutto economiche rispetto a quelle in vendita nei negozi. E poi quando crei una conserva con le tua mani, scegliendo il prodotto uno ad uno (per la felicità del tuo fruttivendolo), il risultato è più buono, più sano, più succoso, più…! Ecco la ricetta.

pronto in 40 minuti
difficoltà semplice
2 vasetti da 500 g
calorie per 100 g 28
ingredienti

  • 1 kg di cipolle di Tropea piccole
  • 1 l di aceto di vino bianco (o di aceto di mele)
  • 1 l di acqua
  • 200 g di zucchero
  • 200 ml di olio extravergine d’oliva
  • 10 g di sale

serviranno inoltre…

  • vasetti per conserve (ad esempio due da 500 ml oppure tre da 250-300 ml)
  • pressini in plastica per conserve (uno per ogni vasetto)

preparazione

Disponi sul piano di lavoro tutti gli ingredienti necessari per la ricetta delle cipolle di Tropea in agrodolce, averli pesati e ben organizzati sul piano di lavoro aiuterà nella preparazione. Pesa cipolle, zucchero e sale, misura aceto, acqua e olio. Prendi anche gli utensili di cui avrai bisogno: bilancia, ciotole, coltellino, tagliere, scolapasta, pentola di grandezza media, vasetti per le conserve e il pressino in plastica, una pentola grande per sterilizzare, un panno pulito, più altri utensili necessari alla sterilizzazione (dovrebbe esserci tutto)…

cipolle di-tropea in agrodolce - ingredienti

Parti dalla pulizia delle cipolle rosse di Tropea. Sbuccia e monda le cipolline lasciandole intere, lavale e falle asciugare in uno scolapasta.

La cipolla rossa di Tropea (chiamata anche rossa di Calabria) è una cipolla D.O.P. coltivata in alcune zone della Calabria. Ha una forma rotonda oppure ovoidale ed è molto apprezzata in cucina per il gusto particolarmente dolce. In questa ricetta serviranno quelle piccole

cipolle rosse di tropea in agrodolce - sbuccia e monda le cipolle

Poi prepara il liquido di cottura per le cipolle di Tropea in agrodolce. In una casseruola di dimensioni medie, capace di contenere tutte le cipolle, versa zucchero, sale, olio, aceto e acqua; mescola. Metti la pentola sul fuoco e porta a bollore.

cipolle di tropea in agrodolce aceto - prepara lo sciroppo agrodolce

cottura

Nel frattempo sterilizza i vasetti per la conservazione delle cipolle di Tropea in agrodolce. Lava tutti i componenti dei barattoli (compresi tappi, guarnizioni, pressini, ecc), dovranno essere perfettamente puliti. Riempi d’acqua una pentola grande e con i bordi alti, metti dentro vasetti&co e controlla che siano tutti coperti dal liquido. Porta a bollore e lascia in immersione per almeno venti minuti, poi chiudi il fuoco e toglili dalla pentola aiutandoti con una pinzetta (un forchettone, ecc). Attenzione scottano! Metti i vasetti a scolare rovesciati su un panno pulito e asciutto, fai lo stesso con gli altri pezzi. Dopo qualche minuto gira i vasetti con l’apertura verso l’alto in modo da non far evaporare l’acqua che si è depositata dentro.

Il pressino è un aggeggio di plastica in basso a sinistra nella foto, rotondo e piatto con i dentoni che serve per tenere tutto il prodotto sotto il liquido agrodolce

cipolle di tropea in agrodolce conservazione - sterilizza i vasetti

Quando il composto agrodolce bolle versa le cipolline nel liquido e mescola, fai scottare per cinque minuti. Le cipolle di Tropea devono restare croccanti e non cuocersi troppo, altrimenti poi nel vasetto sott’aceto risultano mollicce.

cipolle di tropea sott'aceto - versa le cipolle nel liquido agrodolce

Preleva le cipolline con un mestolo forato e versale in una ciotola. Dopodiché inizia la preparazione della conserva di cipolle di Tropea in agrodolce: prendi il primo vasetto e riempilo di cipolle rosse…

cipolle di tropea in agrodolce conserva - riempi il primo vasetto

… fai lo stesso con il secondo vasetto, fino a esaurire tutti gli ingredienti da conservare. Pressa un po’, ma con delicatezza perché le cipolle potrebbero rompersi.

cipolle di tropea in agrodolce da conservare - riempi gli altri vasetti

Aiutandoti con un mestolo, versa il liquido agrodolce bollente nei vasetti delle cipolle di Tropea in agrodolce (se è il caso riscaldalo, deve essere bollente, sennò niente sottovuoto), fino ad arrivare a due-tre centimetri dal bordo, senza mai superare il collo del barattolo. Infila anche il pressino con i denti rivolti verso l’alto, batti un po’ il vasetto sul piano di lavoro in modo che non restino bolle d’aria dentro e controlla che il liquido copra completamente le cipolline. Chiudi i tappi verificando che il pressino faccia il suo dovere e capovolgi a testa in giù, fino a quando non saranno raffreddati. In questo modo il sottovuoto è assicurato, ma prova a slacciare la linguetta di metallo, se resta chiuso è tutto ok. Per i vasetti con il tappo procedi allo stesso modo e verifica il sottovuoto controllando che la parte centrale non faccia click clack se la spingi verso il basso e nota si è creata una fossetta. Tutto ok? Conserva le cipolle di Tropea in agrodolce in dispensa, meglio se in un luogo fresco e buio. Lascia insaporire almeno un mese prima di consumare le cipolline.

Il sottovuoto non si è creato? No problem. Procedi con la seconda sterilizzazione/creazionesottovuoto. Nella pentola usata prima inserisci i vasetti dritti e coprili di almeno 5 millimetri con l’acqua fredda; porta a bollore e da quando inizia a fare le bollone calcola una ventina di minuti. Se non ci vanno tutti procedi un po’ per volta. Dopodiché spegni il fuoco e lascia raffreddare, togli i vasetti dall’acqua e lasciali riposare una notte. Il mattino seguente controlla se il sottovuoto del barattolo è andato a buon fine

cipolle di tropea in agrodolce in vasetto - versa il liquido agrodolce

a tavola

cipolle di tropea in agrodolce - ricetta

Ecco le cipolle di Tropea in agrodolce dopo un mese. Possono essere servite in vari modi: ottimo antipasto insieme a un piatto di salumi misti e nduja calabrese, con del pane casareccio tostato; fanno deliziosamente da contorno a carne e pesce; accompagnano a meraviglia, negli aperitivi (e non solo), i formaggi come caprino, robiola, ricotta e pecorino fresco che, con il loro gusto delicato, stemperano il gusto all’aceto dell’agrodolce. Come la maggior parte delle conserve home made, se ben tenute si conservano un anno. Una volta aperto il vasetto è bene tenerlo in frigo e consumarlo dopo 3-4 settimane, facendo attenzione che le cipolline si mantengano sempre sotto il liquido agrodolce.

Ricorda sempre di etichettare le conserve fatte in casa con gli ingredienti della ricetta e data di preparazione, è utile per ricordare il periodo di consumo e torna utile se si vuole fare un regalo. Naturalmente si deve tenere in considerazione che le conserve sono soggette a muffe/botulino/ecc, è una buona regola che al primo segno di una non perfetta conservazione, o peggio contaminazione, si deve buttare via tutto!

8 LASCIA UN COMMENTO
Vota la ricetta
Cipolle di Tropea in agrodolce
4.5 (90%) 6 votes

Send Us A Message Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

8 Commenti
  • 25 luglio 2017

    Ciao Chicca l anno scorso ho fatto la tua ricetta.
    .buonissime quest anno le rifarò quale è il periodo migliore per acquistare le cipolle grazie

    Loredana
    Rispondi
    • 13 settembre 2017

      ciao, il periodo migliore per acquistare le cipolle è secondo me tutta l’estate, baci

      Rispondi
  • 25 giugno 2016

    Gentile Chicca, la tua ricetta delle cipolline di tropea in agrodolce e’ perfetta. Ho un solo dubbio, quando le scotto nel liquido agrodolce devo calcolare i 5′ subito o aspetto che torni il bollore.
    Aspetto al piu’ presto la tua risposta e ti ringrazio anticipatamente

    Pinuccia
    Rispondi
    • 18 dicembre 2016

      ciao, calcola da subito, grazie 🙂

      Rispondi
  • 18 aprile 2016

    Su un kg di cipolla va benissimo anche 1/2l di acqua e 1/2l di aceto

    mirko
    Rispondi
  • 17 settembre 2014

    Tagliate a fette sono ottime

    Rispondi