/ secondi / Filetto alle erbe su patate grigliate

Filetto alle erbe su patate grigliate

filetto-alle-erbe-ricetta-chiccacook

Il filetto alle erbe su patate grigliate è un secondo piatto semplice che si prepara in poco tempo. Ho cucinato il filetto alle erbe per la cena dell’anniversario di matrimonio, essendo il mio maritino carnivoro fredflinstoniano ero sicura di fare colpo. Non avevo voglia di inerpicarmi in lunghissime e complicatissime ricette, così direttamente dalla preistoria ecco un filetto alle erbe cucinato alla griglia con l’aggiunta di qualche erbetta, un po’ di patate cotte anche alla griglia e… la cena romantica è servita!





Per il filetto alle erbe:

  • 300 g di filetto di vitello tagliato spesso (4 fettine)
  • una manciata di erbette miste (salvia, rosmarino, erba cipollina, timo, alloro … vanno tutte bene) possibilmente fresche altrimenti secche
  • olio extravergine di oliva qb
  • sale grosso qb

Per le patate alla griglia:

  • 300 g di patate
  • 1 cucchiaio di aceto di mele
  • olio extravergine d’oliva qb
  • 
sale fino qb
Inoltre per la preparazione del filetto alle erbe su patate grigliate ho utilizzato del sale rosso delle Hawaii. Non è obbligatorio, ma se utilizzato nella ricetta dà un tocco in più.

Inizia dalla patate. Metti a bollire dell’acqua in una pentola di grandezza media, unisci un pizzico di sale. Aggiungi un cucchiaio di aceto. A me piace molto l’aceto di mele e in questa ricetta l’ho utilizzato, ma anche l’aceto bianco di vino va bene.
Quindi pela le patate, lavale, asciugale e tagliale a rondelle dello spessore di 3 mm circa.

filetto-alle-erbe

Tuffale nell’acqua in ebollizione e fai cuocere 3-4 minuti.

filetto-alle-erbe

Spegni il fuoco e con un mestolo forato levale dall’acqua. Adagiale su un piatto ricoperto con un foglio di carta assorbente. Nel frattempo metti sul fuoco la griglietta e falla diventare rovente.

filetto-alle-erbe

Versa un filo d’olio extravergine d’oliva sulle patate…

filetto-alle-erbe

… e poi con un pennello da cucina spennellale in modo che l’olio risulti uniforme su tutta la fettina di patata. Gira e spennella sull’altro lato. Non esagerare con l’olio, le patate non dovranno friggere sulla griglia.
La griglia è rovente? Bene, metti a cuocere le patate.

filetto-alle-erbe

Nel frattempo prendi il filetto. Bellissimo!

filetto-alle-erbe

In un piatto fai il trito di erbette. Se hai le erbette fresche meglio, altrimenti usa quelle secche come ho fatto io. Unisci un po’ di sale (io ho usato il rosso delle Hawaii).

filetto-alle-erbe

Ora passa le fettine nel trito aromatico, fallo aderire al bordo.

filetto-alle-erbe

Ecco fatto, metti tutti le fette di filetto alle erbe in un piatto. Tra poco si va di griglia.

filetto-alle-erbe

Non dimenticare che ci sono le patate sul fuoco. Devono cuocere più o meno 3 minuti per lato, per ora non salare.

filetto-alle-erbe

Finito di cuocere le patate tocca al filetto alle erbe. Metti tutte le fettine di carne sulla griglia rovente e fai cuocere un paio di minuti per lato. Comunque per il grado di cottura della carne regolati secondo i gusti personali. Ad esempio per Fred la faccio cuocere poco perché a lui piace rossa dentro, la mia parte preferisco lasciarla qualche secondo in più sulla griglia per farla cuocere un po’ di più e all’interno risultare rosa.

filetto-alle-erbe

Non resta che impiattare. Distribuisci le patate nei due piatti in parti uguali, unisci il filetto alle erbe e condisci entrambi con un filo d’olio extravergine d’oliva. Ora aggiungi qualche grano di sale grosso. In questa preparazione utilizzo spesso il sale rosso delle Hawaii, non è indispensabile, ma utilizzarlo renderà più raffinato e scenografico il filetto alle erbe. Se non lo trovi o non ti piace, puoi sostituire il sale rosso con del comune sale bianco da cucina.

Il sale rosso delle Hawaii, conosciuto anche come sale Alaea, è un sale marino originario dell’oceano Pacifico. Il colore rosso rubino è dovuto all’argilla rossa vulcanica (la alaea, da cui il nome del sale) che, trascinata dai fiumi verso il mare, si mescola con il sale delle acque marine. La alaea è ricca di ferro e, durante il processo di evaporazione, ne trasferisce al sale. Infatti il contenuto di ferro del sale rosso delle Hawaii è cinque volte maggiore del sale normale, ottimo per chi soffre di anemia. Sala un po’ meno del sale classico, ha un retrogusto ferroso e il sapore ricorda un po’ quello delle nocciole tritate. In cucina è particolarmente consigliato su carni e pesce alla griglia, con arrosti e i formaggi freschi

Bella e romantica quanto basta la versione di Israel “IZ” Kamakawiwo’ole di Somewhere over the rainbow è perfetta da ascoltare mentre prepari il filetto alle erbe su patate grigliate. Questo bellissimo brano con l’accompagnamento dell’ukulele è perfetta da ascoltare anche durante la cena e magari strappare al maritino la promessa: “Amoreee andiamo alle Hawaii per il nostro prossimo anniversariooo”.

0 LASCIA UN COMMENTO
Vota la ricetta
Dai un voto a questo articolo

Send Us A Message Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *