Le ricette di chiccacook

Pesto alla genovese

Il mio pollice sempre più verde mi ha portato quest’anno ad avere tanto, ma tanto, profumatissimo basilico. Preparare il pesto alla genovese mi è sembrato uno dei modi migliori di usarlo in cucina. Questa salsa dal colore verde brillante è un classico della cucina ligure, conosciuto e apprezzato in tutto il mondo.

Nella ricetta originale è preparato con il mortaio di marmo e il pestello in legno, niente mixer. Per il pesto genovese ci sono tanti “segreti” e molte “vere” ricette, si parla di un vero e proprio patrimonio culturale oltre che gastronomico. C’è il Consorzio del pesto genovese che ne tutela la ricetta tradizionale attraverso un disciplinare, partendo dal nome pesto genovese, “alla” non ci va.

La mia ricetta è un giusto incontro di sapori dei sette ingredienti, spero di non far arrabbiare nessuna nonna genovese! È utile sapere che prepararlo è facile e veloce, una volta assaggiato il pesto alla genovese fatto in casa non ne mangerete altri.

preparation icon chiccacook - Pesto alla genovese
PREPARAZIONE
20 minuti
DIFFICULTIES icon chiccacook - Pesto alla genovese
DIFFICOLTÀ
semplice
jar icon chiccacook - Pesto alla genovese
PER
2 vasetti da 100 ml
INGREDIENTS icon chiccacook - Pesto alla genovese

INGREDIENTI

– 60 ml di olio extravergine d’oliva
– 50 g di foglie di basilico
– 50 g di parmigiano reggiano (o grana)
– 20 g di pecorino
– 20 g di pinoli
– 1 spicchio d’aglio piccolo
– 1 pizzico di sale grosso

pesto alla genovese - ingredienti
DIRECTIONS icon chiccacook - Pesto alla genovese

PREPARAZIONE

Prendi tutti gli ingredienti per preparare la ricetta del pesto alla genovese. Pinoli, aglio, sale grosso, olio extravergine d’oliva, parmigiano e pecorino, grattugia gli ultimi due e mettili in una ciotolina. Anche il basilico: stacca delicatamente le foglioline e pesalo.

Gli utensili necessari per questa ricetta sono: ciotoline, bilancia, coltellino, panno pulito o della carta da cucina assorbente, un mortaio preferibilmente di marmo (o di ceramica come il mio); se non hai il mortaio usa un mixer.

Una piccola nota sugli ingredienti, solo per qualche consiglio d’acquisto:

1. basilico: ma non è tutto uguale? No. Per il pesto alla genovese servirebbe il basilico di Prà (quartiere di Genova) oppure quello genovese DOP, alcuni tipi hanno un sapore leggermente mentolato;

2. pinoli: meglio se di provenienza mediterranea;

3. aglio: un tipo delicato. Se non lo tolleri magari diminuisci le dosi, ma toglierlo dalla ricetta sarebbe un errore;

4. parmigiano: un 24 mesi o grana;

5. pecorino: un sardo mediamente stagionato sarebbe ideale;

6. olio: extravergine d’oliva, ovvio;

7. sale: grosso, così aiuta nel pestare.

pesto alla genovese - lava e asciuga il basilico

Lava con un getto delicato di acqua fredda il basilico, asciugalo con un canovaccio o della carta assorbente. Fai attenzione a non stropicciarlo troppo per evitare di romperlo.

pesto alla genovese - pesta l'aglio

È utile avere un mortaio con pestello perché il basilico in questa ricetta andrebbe pestato e non frullato.

Versa lo spicchio d’aglio, sbucciato e tagliato a 2-3 pezzetti, nel mortaio, aggiungi qualche grano di sale grosso e ruota il pestello premendolo sul fondo, fino a ottenere una crema.

pesto alla genovese - versa i pinoli

Aggiungi i pinoli e pestali. Magari procedi un po’ alla volta, versandoli in 2-3 volte.

pesto alla genovese - ora il basilico

Ora il basilico e un altro po’ di sale grosso: versa qualche foglia e pesta, poi ancora e ancora ruotando il pestello contro le pareti. Si formerà una cremina verde brillante.

pesto alla genovese - aggiungi i formaggi

Il grosso del lavoro è stato fatto! Aggiungi parmigiano e pecorino grattugiato, mescola delicatamente.

pesto alla genovese - infine l'olio extravergine

Infine versa anche l’olio extravergine d’oliva. Mescola per bene in modo da ottenere un pesto alla genovese bello cremoso, omogeneo e vellutato, di un bel colore verde chiaro.

Il sapore? Forte aroma del basilico, con sentori di aglio e formaggio.

Mortaio vs mixer: se usi il mixer come fare un buon pesto alla genovese? Versa aglio, pinoli e sale grosso nel boccale, inizia a frullare e ottieni una crema. Unisci il basilico, l’olio extravergine d’oliva e i formaggi, poi frulla, meglio se a impulsi, in modo da non surriscaldare troppo il basilico (altrimenti si ossida e diventa nero). Il pesto alla genovese è pronto quando avrà una consistenza cremosa. Rispetto al pesto preparato con il mortaio sarà più cremoso e vellutato, ma comunque buono. Magari non per i puristi.

pesto alla genovese - pronto per essere gustato

Metodi di conservazione: l’ideale sarebbe preparare il pesto alla genovese fatto in casa al momento, in alternativa lo si può mettere nei vasetti per poi conservarlo coperto d’olio extravergine in frigo, ma per poche settimane. Si può congelare in vaschette monoporzione, anche se ci perde un po’ in profumo, ma non in gusto.

a tavola icon chiccacook - Pesto alla genovese

A TAVOLA

pesto alla genovese - che profumo!

Adesso cucina la pasta! Trofie, trenette, spaghetti, linguine, ma anche gnocchi e lasagne, sono quelle più usate nelle ricette. Il pesto alla genovese è ottimo anche per dare un tocco in più al minestrone. Prima di usarlo come condimento per la pasta diluiscilo con un pochino di acqua di cottura della pasta, in modo da ottenere una crema leggermente diluita. Va mescolato alla pasta non sul fuoco, meglio in una ciotola.

Pesto alla genovese
Preparazione
20 min
Tempo totale
20 min
 

La ricetta del pesto alla genovese fatto in casa con gli ingredienti giusti, mortaio e pestello. Un condimento della tradizione con basilico e pinoli 

Categoria: salse & condimenti
Cucina: Italiana
Porzioni: 2 vasetti da 100 ml
Ricetta di: chiccacook
Ingredienti
  • 60 ml di olio extravergine d’oliva
  • 50 g di foglie di basilico
  • 50 g di parmigiano reggiano (o grana)
  • 20 g di pecorino
  • 20 g di pinoli
  • 1 spicchio d’aglio piccolo
  • 1 pizzico di sale grosso
Istruzioni
  1. Lava il basilico, asciugalo con un panno o della data assorbente. Fai attenzione a non stropicciarlo troppo per evitare di romperlo.

  2. Versa lo spicchio d’aglio nel mortaio, sbucciato e tagliato a 2-3 pezzetti, aggiungi qualche grano di sale grosso e ruota il pestello premendolo sul fondo, fino a ottenere una crema.

  3. Aggiungi i pinoli e pestali.

  4. Ora il basilico e un altro po’ di sale grosso: versa un po’ alla volta le foglie e pesta, ruotando il pestello contro le pareti. Si formerà una cremina verde brillante.

  5. Unisci anche parmigiano e pecorino grattugiato, mescola delicatamente.

  6. Infine versa anche l’olio extravergine d’oliva. Mescola per bene in modo da ottenere un pesto alla genovese cremoso, omogeneo e vellutato, di un bel colore verde chiaro.

  7. Se non hai mortaio e pestello usa un mixer, ma frulla a impulsi in modo da non far ossidare il basilico.

  8. Metodi di conservazione: l’ideale sarebbe preparare il pesto alla genovese al momento, in alternativa lo si può mettere nei vasetti per poi conservarlo coperto d’olio extravergine in frigo, ma per poche settimane. Si può congelare in vaschette monoporzione, anche se ci perde un po’ in profumo, ma non in sapore.

Post Tags
Share Post
Latest comments
  • La cucina italiana… unica! Ottimo pesto ๐Ÿ™‚

  • Per me non รจ estate senza pesto di basilico…buono! Sarebbe perfetto per questa sera!
    Facciamo quindi questo scambio…io dono il mio per avere in cambio questa meraviglia.
    Carmen

LEAVE A COMMENT